Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Via Palestrina primaria

1 1

Anche quest'anno non abbiamo mancato l'appuntamento con il progetto “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole 2018”, e questa edizione  ha avuto come protagonisti gli alunni della classe IIC scuola secondaria di 1° grado,  guidati dalla professoressa Silvia Cortis, e noi, bambini e bambine, della classe VB scuola primaria di via Palestrina, guidati dalla nostra insegnante Alessandra Sanna

Tra i filoni tematici suggeriti, abbiamo scelto lettura come libertà. Non solo LIBERTÀ DI SCELTA E DI PAROLA,  libertà di essere se stessi e di affrontare la vita seguendo le nostre inclinazioni, ma anche LIBERTÀ COME ALLENAMENTO DI BUONA CITTADINANZA, per condannare le ingiustizie del passato e  impegnarci affinchè non si ripetano.

Infatti noi non crediamo al diritto del più forte, al linguaggio delle armi, alla potenza dei potenti. Vogliamo credere al diritto dell'uomo, alla mano aperta, alla potenza dei non-violenti.  Non crediamo alla razza o alla ricchezza, ai privilegi, vogliamo credere che tutti gli uomini sono uomini, che l'ordine della forza e dell'ingiustizia è un disordine. Vogliamo credere che il diritto è uno, tanto qui che altrove, che non siamo libero finché un uomo è schiavo.  Non crediamo che la guerra e la fame siano inevitabili e la pace irraggiungibile. Vogliamo credere all'azione semplice, alla pace sulla terra, all'uomo nuovo, a un cielo nuovo e a una terra nuova, dove abiterà la giustizia.

A scuola abbiamo conosciuto la triste storia dei  nativi americani,  tribù nomadi dedite alla caccia e alla raccolta, che popolavano le immense praterie dell'America settentrionale, prima che i coloni inglesi e canadesi cominciassero l'epopea della conquista del west. In seguito abbiamo letto AUGH, STELLA CADENTE di Ursula Wolfel.  La storia narrata ci ha talmente appassionato, che abbiamo pensato di metterla in scena: è stata un'esperienza molto bella ed una forte emozione ha caratterizzato tutte le nostre attività!!!

https://video214.com/play/rgLtGBbPEXDtIEiFC4qm0Q/s/dark

 

Il Festival TUTTESTORIE  chiama per farci vedere LE STELLE SALENTI, impossibile declinare l'invito! 
Circondati da desideri e magari, quest'anno noi della V B scuola primaria di Via Palestrina, consigliati dalla nostra insegnante Alessandra Sanna,  abbiamo "adottato" un libro, Katitzi di Katarina Taikon, nel quale la discriminazione è vista con gli occhi di una bambina rom che deve lottare per raggiungere sogni, desideri e diritti, regalandoci la possibilità di stigmatizzare i pregiudizi e di soffermarci sull' inclusione e sulla solidarietà, valori nei quali crediamo.
Nel libro, così come nella realtà, ci sono adulti che cercano di conoscere meglio i rom e la loro cultura, proprio come fa la maestra Kvist, per poter fornire alla piccola Katitzi l'aiuto necessario; 
nel libro, così come nella realtà, ci sono adulti che conoscono l’assurdità dei pregiudizi razziali e se ne vergognano, proprio come l’anziana signora che per un po’ di tempo permette alla famiglia di attendarsi nella sua proprietà;
nel libro, così come nella realtà, ci sono adulti addirittura crudeli...
Già, nel libro come nella realtà!!! E noi questa realtà desideriamo cambiarla!!!


"Il tema del desiderio allarga lo sguardo al possibile e all'impossibile,

 al vorrei, al voglio, al e se..., al magari.

I desideri sono la benzina delle nostre vite

così come la paura ne è il freno.

 Desiderare è sapere immaginare qualcosa che non c'è.

Abbiamo bisogno di desideri,

non solo di quelli che si potranno realizzare,

ma anche di quelli che è bello provare a realizzare.

 Il desiderio è la meta, ma quanto è bello il cammino da fare!"

https://animoto.com/play/toTnQF4eU6DcP7HNHiAP0w

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (TEMPO NORMALE VIA PALESTRINA.pdf)TEMPO NORMALE VIA PALESTRINA.pdf37 kB
Scarica questo file (TEMPO PIENO VIA PALESTRINA.pdf)TEMPO PIENO VIA PALESTRINA.pdf51 kB

Mi piace la musica

...a volte le parole non sono sufficienti...e  diventano necessarie le emozioni e le note musicali...ecco perchè noi, bambine e bambini della classe 4 B di via Palestrina, anche quest'anno, abbiamo seguito un percorso sonoro, grazie alla disponibilità  e alla passione di due professori d'eccezione, Rosalba e Mario Piga, genitori del nostro compagno Andrea, che ringraziamo con tutto il cuore. Lo scopo è stato quello di utilizzare  la musica come strumento per coinvolgere tutti noi ed offrirci un' ulteriore possibilità di conoscenza, mettendoci in relazione attiva e consapevole con gli altri. Ciò ha richiesto impegno, continuità di esercizio, insomma sforzo e fatica. Ma il risultato di questo lavoro, conclusosi con il  saggio musicale  MI PIACE LA MUSICA, ci ha dato gioia, emozione e soddisfazione.

Vi siamo piaciuti? Speriamo proprio di sì!!!

Anche quest'anno l’Associazione DLF Cagliari, in collaborazione con l'Associazione Sarda Treni Storici "Sardegnavapore", ha bandito un concorso a premi rivolto alle classi che hanno aderito al Progetto Scuola Ferrovia, con l’intento di divulgare nella Scuola la cultura del trasporto ferroviario attraverso un rapporto costante con il mondo dei giovani. Oltre al nostro Istituto, hanno partecipato al progetto l'I.C.S. "C.Colombo" di Cagliari, l'I.C. Giusy Devinu di Cagliari, l'I.C.S. "Gramsci Rodari" di Sestu, l'I.C. "Satta Spanu De Amicis" Cagliari, l'I.C.S. n° 3 di Quartu S.E.,e l'I.C. 1/2 La Marmora di Monserrato I.C Ermanno Cortis Quartucciu per un totale di 700 alunni che hanno veramente gratificato il Dopolavoro Ferroviario di Cagliari per l'interesse dimostrato e l'impegno per gli elaborati grafici e letterari che hanno consegnato per il concorso.

La Commissione, composta Marino Piu, Salvatore Moi, Raimondo Mongili, Antonio Piroddi, Mauro La Fauci, Mimmo Milasi, Alberto Manca, Daniele Seglias e Giulio Vargiu, dopo un'attenta lettura e visione di tutti gli elaborati che sono stati presentati dagli alunni della SCUOLA PRIMARIA, ha assegnato il primo premio all' elaborato letterario dell'alunna HUANG SARA JING, classe 4 B ( insegnanti Alessandra Sanna e Valentina Tamponi) del nostro Istituto. Proprio come una scrittrice avvezza, ha raccontato, con vivacità e brio, la sua "giornata speciale " in ferrovia, emozionando prima la Commissione tutta e poi il folto pubblico presente alla cerimonia di premiazione. Il secondo premio è stato assegnato a un altro alunno del nostro Istituto: Lorenzo Stocchino, classe IV A (insegnanti Silvia Loria e Maurizio Porcella), che ha raccontato in rima la giornata in ferrovia. Il terzo premio è stato consegnato a Ingrosso Allegra, 5A dell'I.C.S. "E.Cortis" di Quartucciu. Complimenti ai vincitori!!!!

La manifestazione per la premiazione dei vincitori del concorso "Scuola Ferrovia" si è tenuta il 7 giugno alle ore 17:00 presso gli Impianti sportivi di viale La Playa n° 23

La presentazione

Libriamoci 2017

La lettura espressiva di vari racconti, alcuni di autori noti, altri di scrittori meno conosciuti, insieme ad alcune storie scritte dai ragazzi stessi, è stato il contenuto dell’edizione Libriamoci 2017 che ha visto la partecipazione delle classi : quarta A della primaria , seconda e  terza D ad indirizzo musicale della scuola secondaria,  presso la scuola di via Turati.

Gli alunni della quarta A, guidati dalla maestra Silvia Loria e da alcune mamme, sono giunti tutti con una copia del libro I viaggi di Gulliver e con un bellissimo cartellone da loro realizzato. Seduti in semicerchio nell’aula di pianoforte, hanno letto a turno alcuni brani del romanzo. I ragazzi della secondaria hanno scelto un repertorio vario, con pagine tratte da: Ora so volare, Harry Potter, Dragon Tears, Io non ho paura, Il casello magico , oltre a due racconti scritti da loro per il concorso Scrittori di classe.

Ad accompagnare la voce e ad esaltare la lettura stessa,   non poteva mancare il suono del   flauto,   del pianoforte,  della batteria,  della chitarra, del bastone della pioggia , con brani scelti ad hoc dai ragazzi e dai loro insegnanti di strumento Francesco Pisu, Francesco Tocco, Stefania Cinus e Maurizio Maxia.

L’evento, organizzato dalle insegnanti Eleonora Sau e Patrizia Fanunza, è stata una festosa occasione d’incontro tra libri, storie e ragazzi, che verrà ripetuta il prossimo anno.

Con una piccola rappresentazione teatrale, qualche giorno fa si è concluso il percorso didattico "A scuola con la zattera" realizzato con le riflessioni, i sentimenti e le emozioni delle bambine e dei bambini della 3 B scuola primaria di via Palestrina che, accompagnati dalla loro insegnante, Alessandra Sanna, si sono fermati a riflettere sui diritti di tutti i bambini del mondo. Anche di quei bambini che fuggono da guerre e violenze e che hanno viaggiato e sofferto senza nessuno al loro fianco, per arrivare fino anoi. Purtroppo questa è una storia triste ed anche molto antica, che si ripeterà finché continueranno a costruire muri che separano e che creano distinzioni, barriere e confini...Basta!

A scuola preferiamo costruire ponti che uniscono. Non vogliamo abituarci a questo mondo, vogliamo che le cose cambino perchè i diritti dei bambini devono essere garantiti a tutti i bambini, altrimenti diventano privilegi. Se ci crediamo un altro mondo è possibile!
Quanta soddisfazione nel sapere che questo lavoro è stato molto apprezzato dal pubblico presente  e dalla scrittrice, che ci ha ispirato, tanto da meritare un posto nel suo blog:

A scuola con la zattera blog 

 1